Di Fusco: "Centrocampo senza ricambi, erano tutti stanchi. Stagione buona, ma ora Ancelotti deve fare la sua squadra"

di Redazione Tutto Napoli.net
Vedi letture
Foto

"Il Napoli non è arrivato bene a questo appuntamento contro l'Arsenal". A dirlo è Raffaele Di Fusco, ex portiere del Napoli che parla dell'eliminazione del Napoli dall'Europa League in un'intervista rilasciata a Tuttomercatoweb. "Il centrocampo era stanco, anche per il numero ridotto dei giocatori di questo reparto. Senza Hamsik e con pochi ricambi, Zielinski e Allan alla lunga non ce la fanno più. Si è fatto male anche Diawara ed è diventata dura. Per quanto riguarda gli altri giocatori Meret ha fatto la sua esperienza in Coppa, è bravo ma deve chiaramente giocare sempre più partite a grandi livelli. Resta l'amaro in bocca per l'eliminazione ma il Napoli doveva essere più cinico per passare il turno: serviva più concretezza nelle occasioni capitate".

La stagione in generale come va valutata?
"Per me resta buona. La Juve è inarrivabile, tutte le altre sono state staccate di tanti punti. E' stato confermato che dopo la Juve c'è il Napoli. Certo, i partenopei sono rimasti fermi mentre le altre si sono rinforzate e quindi ora spero che Ancelotti voglia fare la sua squadra perchè questa è quella di Sarri".

Da Ancelotti si aspettava questo o di più?
"Mi aspettavo questo, speravo di andare più avanti in Coppa per vedere una squadra sempre più europea ma col PSG in Champions si è comunque vista l'esperienza internazionale di Ancelotti. Ripeto, il Napoli è arrivato stanco per la sua rosa striminzita. A marzo anche negli anni scorsi la squadra è crollata. La rosa è ristretta e il centrocampo ora è cotto".


Altre notizie