IlSole24Ore - CR7 ha raddoppiato i debiti della Juve, costretta ad un prestito obbligazionario da 200mln: i dettagli

di Redazione Tutto Napoli.net
Vedi letture
Foto

L'affare Cristiano Ronaldo richiede un ulteriore sforzo alla Juventus, pronta ad emettere un bond tra 100 e 200 milioni. Lo spiega IlSole24Ore nel dettaglio: "La Juventus sbarca nel mercato delle obbligazioni. Il consiglio di amministrazione della società che guida la squadra di calcio reduce da sette scudetti consecutivi ha deliberato la possibilità di emettere in una o più tranche, entro il 30 giugno, un prestito obbligazionario non convertibile per un importo nominale complessivo compreso tra 100 milioni e 200 milioni di euro, con collocamento riservato a investitori qualificati.

[...] Più nel dettaglio la Juventus avrebbe dato mandato a Morgan Stanley come lead manager e a UBI Banca come co-lead manager per l'emissione di un bond senior unsecured a tasso fisso della durata di cinque anni e dell'importo atteso di 150 milioni di euro. Lo riferisce il servizio di Refinitiv Ifr, aggiungendo che l'operazione dovrebbe essere lanciata a breve, in base alle condizioni di mercato.

Al 30 giugno 2018, già prima dell’acquisizione di Cristiano Ronaldo, i debiti finanziari netti della Juventus erano balzati a 309,8 milioni di euro, quasi raddoppiati (+90,7%) in 12 mesi.

Il costo dell’acquisizione di calciatori e il monte ingaggi spingono all’insù il debito. L’ultima operazione annunciata riguarda l’acquisto dall’Arsenal del centrocampista gallese Aaron Ramsey che vestirà la maglia bianconera dalla prossima stagione. Il contratto vale 4 anni e, secondo quanto si apprende, il centrocampista gallese guadagnerà 7 milioni di euro a stagione. Il club bianconero, tuttavia, ha ufficializzato solo i dati relativi agli oneri accessori, pari a 3,7 milioni di euro, pagabili entro il 10 luglio 2019.

Il debito sale ma anche la capitalizzazione in Borsa. Da fine 2018 il titolo Juventus Fc ha sostituito quello di Mediaset nel paniere delle 40 blue chip milanese (indice Ftse Mib). Da inizio anno - pur con forte volatilità - il titolo ha messo a segno un rialzo del 27%. Da inizio 2017 (quando il titolo valeva 300 milioni di euro) la performance è più che quadruplicata (+347%). Oggi la capitalizzazione di Borsa è salita a 1,3 miliardi".


Altre notizie