Luperto, un finale di stagione per scrivere il futuro: un dato lo rende un vero e proprio talismano

di Gennaro Di Finizio
Vedi letture
Foto

Uno dei giovani azzurri sui quali capire se ed in che modo costruire i prossimi anni. Sebastiano Luperto si è ritagliato con il Napoli uno spazio considerevole nel corso di questa stagione. Dopo l'ottima annata ad Empoli, dove il giovane 22enne nativo di Lecce ha conquistato la promozione proprio con la maglia dei toscani, il ritorno all'ombra del Vesuvio che inizialmente non sembrava dovesse durare.

LA SCELTA DI ANCELOTTI - E' stato, infatti, lo stesso Carlo Ancelotti a spingere per la permanenza di Luperto, evidentemente fonte di garanzie nonostante la giovane età. E di fatti Sebastiano, che ha davanti a se difensori del calibrio di Albiol, Koulibaly, Chiriches e Maksimovic, ha giocato ben quattro partite da tiolare, facendo trovare sempre pronto quando chiamato in causa. 

CON LUPERTO IN CAMPO... -  Un dato, poi, lo rende un vero e proprio talismano, oltre a dimostrare che la sua presenza produce comunque frutti positivi nelle retrovie: con Luperto in campo, infatti, il Napoli ha perso soltanto due partite delle dieci che lo hanno visto protagonista, sia per tutta la partita che per una manciata di minuti. 


Altre notizie