Allan e Koulibaly due mastini: nessuno come loro per palloni recuperati

di Redazione Tutto Napoli.net
Fonte: di Fabio Tarantino per Il Roma
articolo letto 9079 volte
Foto

Verticale, compatto e aggressivo: questo è il Napoli di Carlo Ancelotti. Lo spiegano i numeri, le statistiche, le cifre che sono fotografia dell’attualità. Quando si recupera palla, la primitiva intenzione è correre, diretti, verso la porta avversaria. Quando la perde, il Napoli è al sicuro. I primi due calciatori in Serie A a recuperare palloni sono Allan e Koulibaly. Un singolare vanto che li contraddistingue, che accentua le rispettive doti in fase d’interdizione, solo una delle tante peculiarità di cui andar fieri. Perché il pressing è costante, continuo, ragionato. Mai istintivo o sfrenato. Si corre bene, come in passato, e ad un certo punto l’avversario è costretto a cedere, ad arrendersi.

ALLAN IN VETTA. Non stupisce il podio di Allan, che dopo otto giornate di campionato ha già recuperato 44 palloni. Nessuno come lui. La sua abilità è quella di resistere al fianco degli avversari, di stancarli e poi “tradirli” con la sua classica lucidità. Poche volte Allan commette fallo, spesso riesce a strappar palla e poi a ripartire con le sue qualità, null’altro. Per questo fa rumore la mancata convocazione in Nazionale. Quella brasiliana, ovviamente. Il ct Tite continua ad ignorarlo, Mancini pensa a lui, anche se nega tutto (com’è giusto che sia) in conferenza stampa.

SEGUE KOU. Al secondo posto dell’elenco Kalidou Koulibaly, che ha recuperato un pallone in meno (43) rispetto a quelli di Allan. Come l’ex Udinese, anche il difensore azzurro è abile nel sottrarre la sfera dai piedi degli avversari con eleganza, senza irruenza o interventi scorretti. Una dote che li accomuna e non è un caso siano proprio loro, in quest’ambito, i primi della classe. Koulibaly si sta esaltando in questa stagione, quella della sua definitiva consacrazione. Vale già oltre cento milioni di euro, tanti club sono a lui interessati ma il Napoli se lo tiene stretto, forte del recente rinnovo di contratto. Intanto se lo gode perché grazie alle sue qualità l’intero reparto difensivo si sente al sicuro.

LA CLASSIFICA. Allan, Koulibaly - che sono stati decisivi col Liverpool, in Champions League - e poi tutti gli altri. Brozovic è insospettabilmente terzo nella speciale classifica con 41 palloni recuperati, poi seguono a 36 Chibsah del Frosinone, De Rossi della Roma, Fofana dell’Udinese. Ma sono tutti distanti dai primi due, da una vetta azzurra che conferma la forza del Napoli e la sua varietà d’interpreti: quelli di classe, di testa, di piede e anche quei generosi condottieri, come Allan e Koulibaly, che pressano a tutto campo, che non avvertono la stanchezza e impediscono agli altri di giocare. Ad averceli..


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy