Il Roma - Futuro a lungo termine: Ancelotti può restare sei stagioni ma chiederà rinforzi importanti

di Redazione Tutto Napoli.net
Fonte: di Salvatore Caiazza per Il Roma
articolo letto 14942 volte
Foto

«Ancelotti è entusiasta, mi ha detto che vorrebbe rimanere a lungo nel Napoli», Aurelio De Laurentiis lo ha confessato in una lunga intervista al Corriere dello Sport. Il patron azzurro è davvero felice di aver ingaggiato un allenatore come Carletto in un club, il suo, che ha bisogno di consacrarsi definitivamente sia in Italia che all’estero. Dopo i tre anni di gestione Sarri, dove ci si è entusiasmati per un gioco esteticamente perfetto ma purtroppo non si è alzato un trofeo, è arrivato un top player della panchina. Colui il quale in giro per l’Europa ha vinto in tutti i maggiori campionati. Prima di approdare al Napoli era di scena a Monaco col Bayern. Dove a distanza di un anno lo stanno rimpiangendo.

UN PROGETTO CHE PIACE. Ad Ancelotti il Napoli ha sempre convinto. Interpellato più volte sul perché della sua scelta, ha sempre ribadito un concetto: «È una squadra senza campioni ma che può fare grandi cose». Naturalmente Carletto, prima di firmare, aveva chiesto a De Laurentiis di non cedere nessuno. Al massimo Jorginho. Detto, fatto. Ecco che il tecnico di Reggiolo si è messo alla guida di un gioiellino niente male. Inutile dire che chi vorrebbe tutto e subito lo ha etichettato velocemente come un bollito e un allenatore in cerca della pensione. Poi con il passare delle giornate in tanti si sono dovuti ricredere. Soprattutto dopo il successo azzurro contro il Liverpool in Champions. Prima del match del San Paolo non c’erano speranze e le velleità europee del Napoli erano già un ricordo. Ed, invece, Ancelotti ha dimostrato le sue qualità di gestore ma anche di grande tecnico. Ha messo in condizione gli uomini di Klopp di non tirare mai in porta. Un capolavoro tattico di difficile imitazione. Nessuno sarebbe arrivato a tanto. Non ce ne voglia Sarri, ma con questo Napoli contro il Liverpool avrebbe avuto non poche difficoltà. Anche perché non si sarebbe mai adeguato all’avversario ma avrebbe giocato sempre allo stesso modo. Fatto sta che il buon Carlo va d’amore e d’accordo con De Laurentiis. Ad oggi non si può dire se questo rapporto durerà. Ma il fatto che Ancelotti voglia rimanere anche sei anni sulla panchina azzurra è sinonimo di continuità e voglia di stupire ancora. Naturalmente, però, si dovrà cominciare a vincere qualcosa. Perché restare a lungo guardando sempre gli altri esultare non è proprio il massimo della soddisfazione personale. Molto probabilmente, poi, Ancelotti farà le sue valutazioni in corso d’opera facendosi rinforzare la rosa. Inutile, però, guardare troppo avanti. Ci si deve concentrare sul presente e sulla voglia di dare battaglia alla Juventus cercando poi di andare avanti in Champions League. In Europa non ci sono segreti per Ancelotti. Ma anche in Italia sa come muoversi.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy